Menu
Facebook
Menu Articoli

Un pomeriggio a tutto riso – 17 novembre 2019

Un “pomeriggio a tutto riso” veramente particolare! Infatti l’annuale appuntamento della nostra associazione è diventato nel 2019 anche il momento di celebrare il quarantennale dell’Associazione Donne & Riso.

E allora…

Buon Compleanno Donne & Riso: 40 ANNI CON IL RISO NEL CUORE

Importanti ospiti hanno animato il pomeriggio al Teatro Civico di Vercelli per raccontare questa associazione che tanto è cambiata nei trascorsi 40 anni, ma è sempre rimasta fedele all’impegno di divulgazione e di promozione del territorio.

Gremita la platea e i palchi del teatro Civico inizia l’evento…in modo inconsueto: sipario che si apre lentamente, con in sottofondo le note di “Happy Birthday”; sul palcoscenico ci sono tutte le socie, naturalmente accompagnate dalla presidente Natalia Bobba e dal Direttore di Ente Risi, Roberto Magnaghi, che come ogni anno diventa il presentatore dell’evento.
L’emozione tocca sia la platea che si unisce in un caloroso applauso, sia le socie.

E come non essere emozionate e orgogliose di un percorso nato 40 anni fa e che continua a dare i suoi frutti: a raccontare le generazioni dell’associazione ci sono Licia Vandone, past president, e Stefania Buffa, giovanissima imprenditrice e associata.

Roberto Sbaratto, affermato attore vercellese, racconta la storia dell’associazione in questi quarant’anni. Ed è l’occasione per premiare sul palco Tonino Greppi, figlio di Rita Perazzo Greppi l’ideatrice e una delle prime fondatrici dell’associazione, nel 1979. Lo scopo all’epoca era quello di unire le donne che vivevano la vita della cascina e di coinvolgere nella promozione e divulgazione del prodotto e del territorio. Se all’inizio si parlava solo di mogli o figlie di risicoltori, attualmente l’associazione vanta la presenza di imprenditrici donne che in prima persona svolgono l’attività agricola. Ma non solo: tra le sostenitrici, insegnanti, giornaliste, blogger e altre professioniste che si partecipano alle attività dell’associazione.

Il momento successivo è dedicato alla musica interpretata dal violino della giovanissima e già attivissima Giulia Rimonda, che incanta il pubblico con la sua esibizione.

L’Assessore regionale all’agricoltura Marco Protopapa saluta la platea e si congratula con la presidente per il lavoro svolto e per l’importanza dell’associazione, per la visibilità che offre al nostro prodotto “riso”.

Nel 2019 si festeggiano anche i 70 anni della pellicola cinematografica “Riso Amaro” del regista Giuseppe De Santis, girato nella Cascina Veneria di Lignana: il critico cinematografico Giorgio Simonelli ha raccontato cosa ha comportato questo film per il territorio e come la sceneggiatura ha interpretato la vita di risaia e delle mondine.

Dal cinema all’acquerello e così incontriamo Angela Petrini, pittrice botanica che ha partecipato all’esposizione che si svolge ogni anno a Londra nei padiglioni della Lindley Society, organizzata dalla Royal Horticoltural Society. Al concorso convergono artisti, provenienti da tutto il mondo, che concorrono con sei tavole a tema corredate dalle relative indicazioni botaniche.
Angela Petrini ha partecipato con 6 tavole ad acquerello dal titolo “Rice in Italy, old and new varieties” che le hanno permesso di vincere la medaglia d’oro. Inoltre la galleria botanica più importante al mondo, quella di Mrs. Shirley Sherwood, ha acquisito due delle tavole per l’esposizione permanente. Il riso italiano ha conquistato anche l’Inghilterra.

Con l’architetto Tiziana Monterisi, che ha presentato il progetto “Rice House”abbiamo scoperto che è possibile costruire una casa con materiali provenienti dalla lavorazione degli scarti della risicoltura. Dal chicco alla casa, con più sicurezza e minor spreco.

Naturalmente all’interno del pomeriggio la consegna del premio “Donne & Riso” ad una donna…unica e incontenibile! IVA ZANICCHI
Vitalità e umorismo hanno invaso il teatro che ha tributato alla premiata applausi, risate e partecipazione. Con Natalia Bobba, dopo il saluto del Sindaco Andrea Corsaro, Iva Zanicchi ha raccontato episodi divertenti dall’inizio della sua carriera fino ai nostri giorni. Sempre impegnata in concerti, trasmissioni televisive e attualmente anche nella presentazione del suo ultimo libro autobiografico “Nata di luna buona”.
Iva ha apprezzato tantissimo la risottiera d’argento, con cui vengono premiate le “Donne & Riso” e ha confermato di essere un’appassionata cuoca e un’amante del riso italiano, che è solita utilizzare in diverse ricette.

Con le Donne del Vino il sodalizio è naturale: il riso e il vino si sposano perfettamente e la presidente dell’associazione Ivana Brignolo Miroglio ha raccontato l’attività della sua associazione sul territorio italiano.
I consigli della dottoressa Mariangela Rondanelli, Professore in Scienze e Tecniche Dietetiche presso la Facoltà di Medicina di Pavia, hanno approfondito la conoscenza sul consumo di riso e di vino.

Natalia Bobba invita sul palco Paolo Carrà, presidente di Ente Risi, che collabora e da sempre è vicino alla nostra associazione. Ente Risi ha  pubblicato il volume “Nutri la tua voglia di riso“, storie, racconti e ricette a base di riso. A tutti gli ospiti in teatro è stata regalata una copia del volume.

La conclusione del pomeriggio si avvicina: un ultimo “Happy Birthday” da cantare tutti insieme…prima di assaggiare la torta di compleanno dedicata all’associazione Donne & Riso.

Eh sì, il pomeriggio è finito, 40 anni sono passati, abbiamo vissuto tantissime emozioni e tanti cambiamenti, ma ci sono ancora tantissime cose da fare, per le donne e per il riso: siamo pronte!

 

 

Immagini di Roberto Sarasso, Gabriele Peila e Alessandra De Matteis

Un sentito ringraziamento a tutti gli sponsor che ci sostengono e ci permettono di realizzare cose belle e importanti.

Un pomeriggio a tutto riso 2019

Leggi tutto

Messa annuale in ricordo delle socie defunte

Ieri abbiamo ricordato, con una messa commemorativa, le socie scomparse della nostra associazione.

Si tratta di un’appuntamento annuale e molto sentito, perché rimane sempre molto forte il legame con le socie, con le quali si è condiviso un percorso all’interno dell’associazione, ma anche un tratto di vita insieme.

La messa è stata celebrata nella chiesa di Santa Caterina a Vercelli, luogo a cui l’associazione è molto legata.

Gruppo D&R alla messa delle socie defunte

Leggi tutto

Insalata tiepida di Riso Ermes

Ingredienti per 4 persone:

280 g di riso integrale rosso Ermes
1 melanzana
1 zucchina
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1/2 cipolla di Tropea
1 costa di sedano
1 carota
Una manciata di capperi
Una manciata di olive taggiasche
Una manciata di olive verdi a rondelle
Scorza di un limone grattugiata
50 g di scaglie di parmigiano
100 g di tonno al naturale
Olio extra vergine di oliva
Sale
Pepe
Basilico
Acqua q.b.

Procedimento:
Portare ad ebollizione l’acqua salata.
Quando l’acqua bolle tuffare il riso e lasciarlo cuocere per 45 minuti senza girarlo.
Nel frattempo preparare le verdure tagliandole a piccoli dadini possibilmente della stessa dimensione.
In un tegame scaldare l’olio e a fuoco vivace aggiungere tutte le verdure e cuocerle mantenendole croccanti.
Scolare il riso, adagiarlo in un insalatiera e aggiungere le verdure, le olive, i capperi, il tonno, il parmigiano, condire con olio, sale, pepe e la scorza grattugiata al momento di limone.

Buon appetito!

Insalata Riso Ermes

 

Leggi tutto

Tutti in Festa, Viotti in testa!

E’ la terza edizione delle giornate “Tutti in festa, Viotti in testa!” , dedicate alla musica, alla cultura e al divertimento “nel segno di Viotti“.

Il 14 e il 15 settembre sono state due giornate uniche che hanno unito Vercelli e Fontanetto Po, città natale di Giovanni Battista Viotti in una maratona musicale. Ma non solo infatti tra concerti ed esibizioni si sono avuti momenti di spettacolo e di divertimento.

Autori e ideatori della manifestazione la Camerata Ducale e la Camerata Ducale Junior di Vercelli. Ancora una volta Guido Rimonda, e tutti i suoi musicisti hanno regalato una parentesi di arte e bellezza.

Anche la nostra associazione è stata chiamata a partecipare; nella serata del 15 settembre, si è tenuta la tavola rotonda organizzata al Salone Dugentesco e dal titolo “Arte, territorio, sviluppo: Viotti un saggio investimento”.
Partecipanti al dibattito, Piergiorgio Fossale, Ramin Bahrami, Danilo Rea (protagonista del concerto jazz serale al Teatro Civico), Guido Rimonda con la conduzione di Enrico Parola. Un salone Dugentesco gremito e attento.

Al termine della discussione un buffet con la nostra insalata di riso!

 

Leggi tutto

Gita ad Oropa

Una giornata intensa per la nostra associazione, in trasferta al Santuario di Oropa.

La devozione per questo luogo sacro è forte in tutto il territorio piemontese e non solo. In particolar modo per Vercelli, che è legata ad Oropa dal nome del nostro Vescovo Eusebio. Secondo la tradizione il primo Vescovo del Piemonte  avrebbe portato la statua della Madonna Nera dalla Palestina, dove si trovava in esilio.

Abbiamo così scelto il santuario di Oropa per festeggiare anche in senso spirituale il 40° anniversario della nostra associazione. Infatti abbiamo partecipato alla messa con un particolare ricordo delle nostre socie defunte.

Ecco l’invocazione letta dalla nostra presidente all’inizio della messa dedicata alla nostra associazione:

L’Associazione Femminile Agricola Donne & Riso festeggia quest’anno  il 40° anniversario.
Il nostro mondo agricolo è da sempre devotamente ed affettuosamente legato al Santuario della Madonna di Oropa.
Oggi, è quasi doveroso essere qui davanti alla statua della Madonna Nera: Lei che come noi è stata donna e madre, che ha sofferto e gioito con la sensibilità che contraddistingue il genere femminile.
Quante volte chiediamo aiuto e comprensione, quante volte ci rivolgiamo a Lei per un buon consiglio o una giusta ispirazione? Tante.
Oropa è un luogo magico, dove si respira un’aria che fa bene all’anima, è un luogo dove il divino si incontra con l’umano.
Sarà la montagna, o la vicinanza con il cielo, forse anche queste cose, ma è Lei che ci chiama qui, per una preghiera, o una Santa messa, una riflessione o un ritiro spirituale o solo per dirle “Grazie” ma sempre qui davanti a Lei.
Nelle giornate terse, da Vercelli si vede bene la cupola della basilica nuova, ed è bello pensare che la Madonna di Oropa ci sta guardando dall’alto, ci fa sentire più vicine.
Grazie allora,  per tutto ciò che di positivo abbiamo avuto e  abbiamo fatto in questi 40 anni.
Vogliamo credere che anche Tu sia stata al nostro fianco, nel nostro cammino.
Per favore aiutaci nella nostra quotidianità di donne, guarda e proteggi  le nostre famiglie e soprattutto i più piccoli, i più indifesi, coloro che rappresentano il nostro futuro, la continuità.
Te li affidiamo.

Terminata la Santa Messa abbiamo dedicato la giornata alle ricchezze culturali che il Santuario offre.

Oropa, vista la posizione, ospita un Osservatorio Meteo Sismico dalla fine del 1800.
L’osservatorio è dotato di una completa strumentazione di meteorologia e sismica, collegamenti via satellite, stazioni automatiche che trasmettono via radio a Torino e via cavo a Roma e a Genova per la rete sismica nazionale e regionale. I dati sono disponibili con regolarità dal 1920.
Dal primo gennaio 2003 è stato tutto automatizzato e viene inviato direttamente al sito dell’osservatorio.

Anche la Biblioteca è uno scrigno di tesori: volumi, stampe e documenti a partire dal XVII sec. Attualmente la Biblioteca conserva oltre 20.000 volumi oltre a numerose riviste. Una particolarità: la Biblioteca conserva  la Biblia polyglotta stampata a Norimberga nel 1657 che contiene le Sacre Scritture tradotte in sette lingue antiche, dall’ebraico al samaritano, dal caldese al persiano.

Abbiamo anche visitato il il Museo dei Tesori, che conserva nelle sue quattro sale gli ori, i gioielli, i paramenti liturgici e i documenti che hanno scandito nei secoli la storia del Santuario. E poi gli appartamenti reali: infatti la famiglia Savoia era molto legata al Santuario e aveva a disposizione un appartamento per le frequenti visite ad Oropa.

La nostra Presidente Natalia Bobba, a nome di tutta l’associazione ha consegnato la stoffa per il Manto della Misericordia, una donazione a cui tutti possono partecipare.
Nel 2020 ci sarà infatti la V Incoronazione della Madonna di Oropa. La celebrazione avviene ogni 100 anni dalla prima, avvenuta nel 1620.
Per le celebrazioni del 2020 si è scelto di bandire un concorso per artisti che vogliono realizzare la corona per la “Regina di Oropa”, come viene chiamata la Vergine del Santuario. E le suore benedettine di Orta confezioneranno il Manto della Vergine con tutte le stoffe donate.

Così i simboli che vengono da lontano si arricchiscono di significati moderni, per avvicinare e coinvolgere i fedeli di ogni età.

 

 

Leggi tutto