Menu
Menu Articoli

Articoli recenti

Gita ad Orta San Giulio

Un settembre splendido ci ha permesso di godere appieno del fascino di Orta San Giulio e dell’Isola di San Giulio.


Accompagnate dalla guida turistica Cosetta Dal Cin, abbiamo visitato il borgo di Orta San Giulio e scoperto tantissime curiosità sul luogo.
Il fascino di un borgo che sembra sempre racchiudere un mistero intimo, fatto di arte e di sacralità, raccolto in una perfetta cornice turistica.

Nella mattinata abbiamo visitato la Chiesa Parrocchiale di S. Maria Assunta, passeggiato tra le vie fino alla piazza Motta con il Broletto e ascoltato gli aneddoti sullo storico palazzo Gemelli.

Con solo 5 minuti di navigazione abbiamo raggiunto l’isola di San Giulio, dove il Santo fondò la sua centesima chiesa; la Basilica di San Giulio tra le più importanti dell’Alto Piemonte e che conserva uno degli amboni romanici più importanti al mondo.

La quiete dell’isola si respira camminando lungo la “via del silenzio”, la strada che attraversa l’isola.

Gustoso pranzo al Ristorante San Rocco, che ringraziamo per l’accoglienza e la torta…dedicata!

Un grazie particolare a Cosetta, per la professionalità e la simpatia con cui ci ha trasmesso il suo amore per il territorio! Grazie!

E’ stato bello ritrovarsi e condividere questa giornata! Grazie a tutti!

Elezione del Consiglio triennio 2021-2024

Consiglio triennio 2021-2024

Bobba Natalia Presidente

Picco Coppo Paola Vicepresidente

Busso Federica Vicepresidente

Calzoni Goio Maria Grazia

Cordero Sarasso Maria Teresa

Serazzi Massa Maria Vittoria

Picco Paoletta

Debenedictis Gallina Giuliana

Guaglio Giuseppina

Roveglia De Michelis Sara

Buffa Stefania


Il consiglio per il prossimo triennio vede la riconferma di Natalia Bobba come Presidente, affiancata da due Vicepresidenti, Paola Picco e Federica Busso.
In totale il consiglio conta 11 donne che per il prossimo triennio guideranno l’associazione.
Durante la cerimonia la presidente ha omaggiato le consigliere uscenti con un piatto celebrativo; e inoltre è stata conferita la presidenza ad honorem a Licia Vandone che nel 2014 aveva lasciato la carica alla neo eletta Natalia Bobba.

Tanti i progetti per la nostra associazione, pronta a ripartire dopo questo anno di pandemia che aveva fermato tutte le attività.
Tante idee per continuare a promuovere il riso e il nostro territorio, con la passione e la forza di sempre.

Festa degli Orti a Casa Lajolo

Siamo contentissime…sono riprese le attività della nostra associazione.
Dopo la pausa dovuta alla pandemia, l’Associazione Donne & Riso torna a parlare di territorio e di cultura del riso a tutti gli appassionati.

E così domenica 13 abbiamo partecipato all’evento “Festa degli Orti – I mille volti dell’acqua” organizzato a Casa Lajolo a Piossasco, in provincia di Torino.

La fondazione Casa Lajolo ha come obiettivo non solo quello di mostrare e far conoscere al pubblico la dimora storica e il giardino, ma soprattutto quello di ospitare eventi culturali.

La nostra associazione durante l’evento, organizzato all’aperto nel bellissimo giardino, è stata protagonista dello show cooking “Il riso nasce nell’acqua… e muore nel vino” con preparazione e degustazione di un risotto al Barolo.
E durante il pomeriggio la nostra presidente Natalia Bobba ha raccontato il sistema di allagamento delle risaie vercellesi e l’importanza dell’acqua per la coltivazione e per il territorio.

Auguri di Buona Pasqua!

Carissime socie e simpatizzanti della nostra associazione, è trascorso poco più di un anno dall’inizio della pandemia che ha  cambiato le nostre vite. Il distanziamento forzato, l’allontanamento  fisico, l’annullamento di conviviali e di iniziative, insomma una realtà lontana, alla quale non eravamo certamente abituati, ma che abbiamo dovuto accettare per la tutela nostra e dei nostri cari.

Ora speriamo nei vaccini, nella ricerca inarrestabile della scienza  e nell’arrivo della stagione calda.

Far riprendere la vita dell’Associazione, sarà la cosa più urgente.

Nell’attesa e nella speranza che presto si possa tornare ad una “normalità” più accettabile, vi chiedo di resistere e tenere alto il morale, continuiamo a rispettare quanto ci viene chiesto…anche se faticosamente.

Tra pochi giorni festeggeremo la Santa Pasqua. Vi auguro di cuore una buona festa di Resurrezione senza dimenticare il Sacrificio che Cristo ha vissuto per la nostra salvezza.

A 700 anni esatti dalla morte di Dante  Alighieri, “rubo” le parole dell’ultimo verso dell’Inferno della sua  Divina Commedia: “E quindi uscimmo a riveder le stelle!”

Vi abbraccio ed ora più che mai vi dico: arrivederci a presto!
Natalia Bobba

Buone feste!

Vogliamo porgere un caro augurio di buone feste a tutti gli amici di Donne & Riso.
Quest’anno abbiamo purtroppo dovuto rimandare tanti dei nostri impegni che ci piace condividere con voi, sui social, sul nostro sito, ma soprattutto dal vivo.
Stiamo organizzando i prossimi incontri e non appena sarà possibile vi renderemo partecipi di tutto.
Nel frattempo auguri a tutti voi e alle vostre famiglie: salute e serenità, per riscoprire ancora una volta i valori fondamentali che ci uniscono sempre.
Auguri!

Grazie Cavaliere Carlo Olmo, grazie Lupo Bianco

Vogliamo rendere partecipi tutte le socie e tutti i nostri sostenitori del messaggio che ci ha inviato l’Avvocato Carlo Olmo.

Nei giorni della pandemia avevamo scelto di destinare la nostra raccolta di fondi all’attività “incommensurabile”di volontariato organizzata sul territorio dal nostro concittadino vercellese Carlo Olmo. La sua figura era già nota per il suo impegno in Italia e all’estero a sostegno dei meno fortunati.
Con l’inizio del periodo di confinamento, in un periodo in cui non si trovavano più dispositivi di protezione, nelle nostre case tutti noi abbiamo ricevuto le mascherine donate da Carlo Olmo. E così chi ancora non lo conosceva ha avuto modo di scoprire la grandezza di Carlo. Da questo momento non si è più fermato: dalle donazioni personali alle raccolte fondi per sostenere la popolazione e il personale medico-sanitario dell’Ospedale di Vercelli. E poi non ci sono stati più i confini e il suo aiuto ha raggiunto i paesi della provincia, della regione e anche le zone lombarde colpite per prime dal Covid-19.

Non sorprende che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia insignito Carlo Olmo del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, insieme alle tante donne e uomini che si sono spesi nel contrastare il virus e per aiutare chi si trova in difficoltà.

Siamo orgogliose di aver contribuito al grande impegno di Carlo Olmo e di tutti i volontari che lo supportano.

Non smetteremo mai di ringraziarti per l’impegno e per l’esempio.

Grazie Cavaliere, grazie Lupo Bianco

 

Messaggio di Carlo Olmo