Menu
Facebook
Menu Articoli
Gita ad Oropa

Gita ad Oropa

Una giornata intensa per la nostra associazione, in trasferta al Santuario di Oropa.

La devozione per questo luogo sacro è forte in tutto il territorio piemontese e non solo. In particolar modo per Vercelli, che è legata ad Oropa dal nome del nostro Vescovo Eusebio. Secondo la tradizione il primo Vescovo del Piemonte  avrebbe portato la statua della Madonna Nera dalla Palestina, dove si trovava in esilio.

Abbiamo così scelto il santuario di Oropa per festeggiare anche in senso spirituale il 40° anniversario della nostra associazione. Infatti abbiamo partecipato alla messa con un particolare ricordo delle nostre socie defunte.

Ma Oropa vista la posizione ospita un Osservatorio Meteo Sismico dalla fine del 1800.
L’osservatorio è dotato di una completa strumentazione di meteorologia e sismica, collegamenti via satellite, stazioni automatiche che trasmettono via radio a Torino e via cavo a Roma e a Genova per la rete sismica nazionale e regionale. I dati sono disponibili con regolarità dal 1920.
Dal primo gennaio 2003 è stato tutto automatizzato e viene inviato direttamente al sito dell’osservatorio.

Anche la Biblioteca è uno scrigno di tesori: volumi, stampe e documenti a partire dal XVII sec. Attualmente la Biblioteca conserva oltre 20.000 volumi oltre a numerose riviste. Una particolarità: la Biblioteca conserva  la Biblia polyglotta stampata a Norimberga nel 1657 che contiene le Sacre Scritture tradotte in sette lingue antiche, dall’ebraico al samaritano, dal caldese al persiano.

Abbiamo anche visitato il il Museo dei Tesori, che conserva nelle sue quattro sale gli ori, i gioielli, i paramenti liturgici e i documenti che hanno scandito nei secoli la storia del Santuario. E poi gli appartamenti reali: infatti la famiglia Savoia era molto legata al Santuario e aveva a disposizione un appartamento per le frequenti visite ad Oropa.

La nostra Presidente Natalia Bobba, a nome di tutta l’associazione ha consegnato la stoffa per il Manto della Misericordia, una donazione a cui tutti possono partecipare.
Nel 2020 ci sarà infatti la V Incoronazione della Madonna di Oropa. La celebrazione avviene ogni 100 anni dalla prima, avvenuta nel 1620.
Per le celebrazioni del 2020 si è scelto di bandire un concorso per artisti che vogliono realizzare la corona per la “Regina di Oropa”, come viene chiamata la Vergine del Santuario. E le suore benedettine di Orta confezioneranno il Manto della Vergine con tutte le stoffe donate.

Così i simboli che vengono da lontano si arricchiscono di significati moderni, per avvicinare e coinvolgere i fedeli di ogni età.